Consolidamento Debiti Tuscolana

Questa scheda è stata visualizzata 123 volte

Introdotto dal decreto legge n. 212/2011, il Consolidamento debiti Tuscolana è un vero e proprio finanziamento e in quanto tale, richiede una serie di requisiti al fine di potervi accedere.

l’ente erogatore, al fine di valutare una proposta di consolidamento debiti, valuterà il merito creditizio, e la situazione economica del nucleo famigliare al fine di ottenere un quadro preciso sull’affidabilità creditizia.  in alcuni casi, di fronte a un merito creditizio a rischio, la banca o la finanziaria potrebbero rifiutare la richiesta di consolidamento considerandola troppo rischiosa.

in primo luogo verrà verificata l’eventuale presenza del vostro nominativo, o di quello di un componente del vostro nucleo famigliare, all’interno della crif : già questo potrebbe precludere l’accoglimento della domanda, in quanto un nominativo iscritto in lista cattivi pagatori impedisce un nuovo  accesso al credito, e non solo per quanto concerne il consolidamento debiti.

oltre alla posizione all’interno delle banche dati i requisiti richiesti, in linea di massima, sono i seguenti:  avere tra 18 e 75 anni di età; condizioni professionali economiche  anzianità lavorativa non inferiore a 1-2 anni  contratto a tempo indeterminato / reddito dimostrabile per lavoratori autonomi / essere titolari di pensione ; non aver subito pignoramenti né protesti.

quali sono i tipi di debiti consolidabili? i tipi di debito consolidabili sono accorpabili a tre macro categorie : prestiti al consumo; finanziamenti rateizzati; carte revolving. in linea di massima qualunque debitore con due o più rate mensili da pagare può tentare la strada del consolidamento debiti al fine di alleggerire la propria posizione con un’unica rata da pagare, ma per ogni categoria ci sono dei percorsi differenti da intraprendere

consolidamento debiti autonomi e artigiani : legato alla dichiarazione dei redditi; consolidamento debiti cattivi pagatori : con valutazione della cessione del quinto e/o delega; consolidamento debiti tributari o fiscali. al fine di ottenere un consolidamento debiti non è necessario rivolgersi all’istituto che ha erogato i finanziamenti originari, potrete affidarvi ad altre banche o finanziarie in quanto l’operazione è indipendente sia per procedura sia per calcolo degli interessi.

mentre un mutuo casa viene abitualmente concesso nel limite dell’80% e in alcuni casi anche fino al 100% del valore dell’immobile a garanzia, i mutui di consolidamento debiti vengono rilasciati con confini di ltv (loan to value) più stringenti, compresi solitamente tra il 60% e il 70%, in quanto considerati più rischiosi e il contenimento dell’intervento garantisce alla banca spazi maggiori in caso di escussione forzata del credito.

vantaggi mutuo per il consolidamento debiti statisticamente, anche se può sembrare strano, la motivazione principale che porta un consumatore a richiedere un mutuo per il consolidamento dei debiti è il pensiero di avere un’unica rata a fine mese. la spinta dovrebbe arrivare da un fattore economico, che sicuramente risulta essere la motivazione correlata, ma chi ogni mese si ritrova alle prese con le spese, le utenze, l’affitto, il mutuo, le rate scolastiche, le tasse e deve aggiungere una lista di bollettini delle finanziarie, capisce bene quale possa essere il sollievo psicologico dato dal ritrovarsi un’unica rata almeno per quanto concerne i prestiti. in virtù della loro natura, meno garantita dei mutui, i prestiti non ipotecari presentano tassi enormemente più alti di quelli di un mutuo.

Tel: 0645548090

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.